Alberto Burri

Alberto Burri

Alberto Burri (Città di Castello, 12 marzo 1915 – Nizza, 13 febbraio 1995) è stato un artista, pittore e medico italiano.

Le opere di Alberto Burri si distinguono per l’utilizzo di materiali tra loro molto differenti, come plastica combusta e catrami, e una costante ricerca astratta. Oltre ad essere diventato molto famoso per la celebre serie Sacchi, realizzati con cuciture di tele di iuta e materiali di scarto, si è affermato per i suoi interventi a cielo aperto. Il cretto di Gibellina, conosciuto anche come il cretto di Burri, è un’opera di land art che risale agli anni tra il 1984 e 1989 che si può vedere ancora oggi in provincia di Trapani, in Sicilia. Dall’alto l’opera, che si estende per una superficie molto ampia di oltre 8000 metri quadrati, si manifesta come un insieme di fratture del cemento sul terreno e regala uno scenario quasi lunare.

Per ottenere questo effetto materica Burri applicava su una superficie di cellotex un impasto che veniva realizzato con bianco di zinco e colle viniliche, a cui a volte si potevano aggiungere delle terre; durante la fase di essiccamento la superficie crepava proprio come succede in natura ai terreni argillosi.