Skip to main content

Ogni prima domenica del mese, i musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali sono gratuiti.
Museo Civico Ingauno

Museo Civico Ingauno

Archeologia / Albenga

Nella sala denominata "dei Consoli", allestita nel pianterreno della torre comunale del Palazzo Vecchio, vengono conservati le principali testimonianze e reperti epigrafici dell'antica Albingaunum dell'epoca romana e bizantina. Tra i documenti dell'Impero Romano vi sono le iscrizioni di P. Aurelius Meleager del I secolo, di Valerius Severus del II secolo e la base onoraria di P. Mucius Verus databile alla fine del II secolo.

Di epoca bizantina è l'iscrizione di Honorata, quest'ultima moglie del conte e tribuno di Albenga Tzittano nel 568, e longobarda dell'abate dell'isola Gallinara Marinaces, dell'VIII secolo, dove viene testimoniata il ritrovamento e la successiva sistemazione delle reliquie di san Calocero.

Nel primo piano del vecchio palazzo comunale è conservata la grande planimetria dei rinvenimenti archeologici della romana Albingaunum con un saggio dei vari reperti romani rinvenuti. La grande sala, con un caratteristico soffitto del 1507, ospita inoltre teche e vetrine contenenti oggetti di epoca preromana riportati alla luce negli scavi effettuati nell'alta val Pennavaira, zona geografica tra la Liguria e il Piemonte incastonata nelle Alpi Marittime. Qui è inoltre conservata la lapide di M. Valerius Braduanius Mauricus, su una stele di marmo rosa a forma di lira, rinvenuta dagli scavi effettuati nella locale cattedrale di San Michele Arcangelo.

Nella loggia comunale è visibile l'affresco della Crocifissione, attribuito alla mano del pittore Giovanni Canavesio, dove sono ben raffigurati, tra l'altro, i due stemmi comunali di Albenga e Genova. Qui sono conservati reperti di epoca romana, dell'alto medioevo e del medioevo. Databile alla dominazione romana è il puteale in marmo con decorazioni; al I secolo è invece attribuibile il pavimento a mosaico. Tra i reperti religiosi sono conservati la tomba a cappuccina detta "di San Calocero", risalente al VI secolo e rinvenuta presso la basilica di San Calocero nella zona a sud di Albenga, e il sarcofago bizantino anch'esso del 500. Altri reperti sono le antiche unità di misura dotate dal Comune di Albenga in epoca medievale.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

da Mar. a Dom.
9.30-13.00
15.00-18.30

Biglietti

La Torre Civica richiede biglietto di ingresso e prenotazione su tre turni (ore 10.00 – 11.00 – 12.00) per gruppi di massimo 8 persone.

Servizi

  • Visite Guidate

Condividi

Via Nino Lamboglia, 1
17031 Albenga - Savona
Tel: +39 0182 51215
2291
Aggiornamento Pagina: 09/06/2023