A causa dell'emergenza sanitaria in corso, i musei e Parchi Archeologici rimarranno chiusi al pubblico dal 6 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.

Chiesa di Santa Maria in Organo

Chiesa / VERONA

Le origini della Chiesa di Santa Maria in Organo si perdono nel tempo e risalgono sino all'età longobarda, tra il VI ed il VII secolo d.C. Distrutta e celermente riedificata dopo il terremoto del 1117, venne nuovamente ricostruita a cavallo del '500 dai monaci benedettini a cui era stata affidata nel 1444 dal papa Eugenio IV.

L'interno è a croce latina a 3 navate, ha un transetto e presbiterio rialzati, conserva una ricca decorazione pittorica. Sono, infatti, presenti tele ed affreschi di Girolamo Savoldo, di Nicolò Giolfino, di Giovan Francesco Caroto e Francesco Caroto, di Domenico Morone e Francesco Morone, di Antonio Balestra, di Paolo Farinati, di Giambattista Pittoni, di Francesco Torbido, di Girolamo Mocetto, di Paolo Cavazzola, del Guercino, di Domenico Brusasorzi, di Alessandro Turchi.

Di grandissimo interesse le tarsie di Fra Giovanni da Verona, lodato e descritto dal Vasari, nel coro ligneo e sugli armadi della sagrestia, nonché il leggio e il candelabro intagliati.

Vi sono conservate opere di Domenico Brusasorzi, Luca Giordano, Francesco Morone, Antonio Balestra e la popolare "Muletta", preziosa scultura lignea del XIV secolo, raffigurante Gesù che entra a Gerusalemme a cavallo di una mula; da qui il nome dato alla statua, che ogni anno veniva portata in processione per le vie cittadine in occasione della Messa delle Palme. Esiste un dipinto di Francesco Paglia con un Episodio delle Storie della vita di santa Scolastica.

Sotto il presbiterio si trova la cripta, costruzione preromanica con colonne e capitelli dell'VIII secolo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Aperto tutti i giorni
8.30-18.30

Biglietti

Gratuito

Condividi

Via Santa Maria in Organo, 1

37129 Verona

Tel: +39 045 8030356

1340 hits

Aggiornamento pagina: 10/07/2020

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2020