A causa dell'emergenza sanitaria in corso, i musei e Parchi Archeologici rimarranno chiusi al pubblico dal 6 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.

Villa Emo

Case "della Bellezza" / Ville Venete / Vicenza e le Ville del Palladio / Vedelago

Villa Emo è una villa veneta realizzata nei pressi di Fanzolo, a Vedelago, in provincia di Treviso, dall'architetto Andrea Palladio. L'opera, costruita probabilmente a partire dal 1558, fu commissionata dalla famiglia Emo di Venezia, famiglia di cui è rimasta nelle disponibilità fino al 2004.

È una delle più compiute ville palladiane, costruita quando Palladio realizzava edifici simili già da vent'anni. Nella progettazione della villa sono state utilizzate le stesse proporzioni matematiche, sia in elevazione che nelle dimensioni delle stanze, impiegate da Palladio per il resto della sua opera. Dal 1996 è stata inserita dall'UNESCO nella lista dei patrimoni dell'umanità, assieme alle altre ville palladiane del Veneto e a Vicenza "città del Palladio".

La villa è incorniciata da due lunghe barchesse colonnate che ospitavano originariamente le strutture per le attività agricole, secondo un progetto di struttura produttiva analogo a quello di Villa Badoer e di buona parte dei progetti palladiani di villa. L'ingresso si trova al termine di un lungo percorso lastricato di grandi pietre squadrate.

Gli esterni sono essenziali, privi di decorazioni, mentre gli interni sono riccamente decorati con affreschi di Giovanni Battista Zelotti, autore di opere analoghe in altre ville palladiane.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Orario Invernale
da Lun. a Sab.
10.00-17.30

Dom. e Festivi
9.00-18.00

Orario Estivo
da Lun. a Sab.
15.00-19.00

Dom. e Festivi
9.30-19.00

Biglietti

Intero: € 10,00
Ridotto: € 7,00
Solo Parco: € 1,50

Condividi

Via Stazione, 5 - Fanzolo

31050 Vedelago - Treviso

Tel: +39 0423 476334

Fax: +39 0423 487043

Sito ufficiale

3184 hits

Aggiornamento pagina: 13 Dicembre 2019

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2020