Ogni prima domenica del mese, i musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali sono gratuiti.

Il museo di Palazzo Turinetti è sede di alcune importanti collezioni della Banca: l’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo che raccoglie oltre sette milioni di immagini, un prezioso nucleo di opere del barocco piemontese con dipinti, sculture, arazzi e arredi dal XIV al XVIII secolo, e le nove grandi tele realizzate nella seconda metà del Seicento per l’antico Oratorio della Compagnia di San Paolo.

Nella sala introduttiva, che restituisce la storia del palazzo e delle sue trasformazioni, si incontrano i dipinti più antichi e di grande pregio della collezione, tra i quali alcuni esemplari del Rinascimento piemontese, con opere di maestri quali Giovenone e Gandolfino da Roreto.

L’esteso nucleo centrale del percorso, con dipinti, sculture e arredi mobili, viene proposto come un'ideale raccolta di un palazzo storico, rispecchiando idealmente il gusto per il Seicento e il Settecento molto diffuso tra case private e allestimenti museali nella Torino del secondo dopoguerra e, insieme, l’interesse per la pittura, la scultura e l’arredo di quelle epoche che caratterizza la politica collezionistica della seconda metà del Novecento delle banche confluite progressivamente nel gruppo Intesa Sanpaolo. All’interno del percorso si trovano dipinti molto significativi, tra cui la tela di Giovan Battista Crespi, detto il Cerano, protagonista della stagione più espressiva e drammatica del Seicento lombardo e pittore molto amato da casa Savoia, opere più solari come quelle di Francesco De Mura, gradito ai committenti e ai collezionisti della Torino del Settecento, alternate a paesaggi e vedute di Isaac de Moucheron, Giovanni Paolo Panini, o all’arazzo su disegno di François Boucher destinato ad esaltare i toni velatamente erotici cari al Settecento, epoca a cui appartiene il tavolo da muro di Pietro Piffetti, capolavoro dell’ebanisteria piemontese del Settecento in avorio, madreperla e legni policromi.

Al piano nobile, il percorso si conclude in un ambiente dedicato che ospita le nove grandi tele di proprietà della Banca realizzate nella seconda metà del Seicento per decorare l’antico Oratorio della Compagnia di San Paolo, cui appartenevano mercanti, banchieri, notai, ma anche esponenti della corte e i decurioni del Municipio di Torino.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

da Mar. a Dom.
9.30-18.00

Biglietti

Intero: € 10,00
Ridotto: € 8,00

Gratuito 1° Dom. del Mese

Servizi

  • Attività Didattica
  • Caffetteria
  • Fototeca
  • Mostre
  • Ristorante

Condividi

Piazza San Carlo, 156

10121 Torino

Tel: 800 167619

Gallerie d’Italia Torino
439 hits

Aggiornamento Pagina: 16/05/2022

Attenzione! Questo Form non è collegato al museo, va usato esclusivamente per le recensioni. I messaggi non inerenti saranno cestinati.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.