Ogni prima domenica del mese, i musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali sono gratuiti.
Cripta di San Sepolcro

Cripta di San Sepolcro

La cripta sotterranea della chiesa inferiore, alla quale si accede dalla sinistra della navata principale, è ricoperta con lastre marmoree di epoca augustea che testimoniano l'antica pavimentazione del Foro Romano. La chiesa, dopo essere stata interessata nell'anno 2009 da importanti lavori di ristrutturazione interna.

Il 19 marzo 2016, dopo oltre cinquanta anni di chiusura, è stata riaperta al pubblico la Cripta di San Sepolcro nella parte ipogea del tempio: essa fu luogo di preghiera di San Carlo Borromeo e di sepoltura di importanti famiglie della città, oltre che dei padri Oblati. Il cardinale Federico Borromeo nel 1616 affidò la realizzazione a Gian Andrea Biffi e Gerolamo Olivieri, di una palma di rame e bronzo come simbolo di «sapienza e rigenerazione». L'opera si trova nell'esatto punto d'incrocio di Cardo e Decumano dell'antica città romana. All'interno della Cripta è esposto un antico libro della Biblioteca Ambrosiana riportante la mappa che Leonardo da Vinci tracciò quando visitò la Cripta.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Dom.
10.30-17.30

Biglietti

Intero: € 8,00
Ridotto: € 6,00

Servizi

  • Visite Guidate

Condividi

Piazza San Sepolcro, 1

20123 Milano

Tel: +39 02 92897721

Cripta di San Sepolcro
9787 hits

Chiesa di San Sepolcro

Aggiornamento Pagina: 31/05/2021

Attenzione! usare questo form esclusivamente per le recensioni della struttura. I messaggi non inerenti saranno cestinati.

Commenti (1)
  • Mirian G.

    Mirian G.

    • 09 Settembre 2017 at 12:22
    • #

    Ho visitato esclusivamente la cripta. Grande. mi aspettavo forse qualcosa di più, ma nel complesso carina. L'audioguida, anche se un pò lunga, spiega bene sia la storia della chiesa sia le varie curiosità che si possono trovare all'interno.

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.