itzh-CNenfrdeiwjaptrues

LA PRIMA DOMENICA DEL MESE GRATUITA È ATTUALMENTE SOSPESA

L'attuale aspetto dell'edificio è il risultato della ristrutturazione del 1866 in stile neogotico di un fabbricato preesistente già menzionato in documenti risalenti XVII e XVIII secolo come «cascinotto di campagna»; la struttura venne trasformata da semplice villa rustica a dimora di campagna, sul modello dei più austeri esempi inglesi. Esso si sviluppa su tre piani fuori terra, con una pianta a bracci longitudinali da cui spiccano due torrette, una grande a base quadrata e una minore cilindrica, i prospetti sono caratterizzati da cuspidi triangolari e altri tipici stilemi neogotici che riportano i simboli araldici della famiglia Cacherano di Bricerasio e dei Massel di Caresana, alternati come decorazione sommitale delle finestre ogivali che affacciano sull'ampio parco circostante. Lungo la facciata sudoccidentale si trova la serra il cui prospetto è scandito da ampie vetrate a sesto acuto sormontate dalla medesima cornice in cotto caratterizzata da laterizi e archetti ogivali che percorre la sommità dell'intero edificio.

All'interno sono conservati il grande camino in legno intagliato del salone al piano terra e alcuni degli affreschi più significativi con raffinate decorazioni a grottesca sulle volte raffiguranti motivi vegetali e animali; al primo piano vi è la cappella, interamente affrescata e completa di altare ligneo con un piccolo presbiterio.

Il primo documento iconografico relativo all'orientamento progettuale del parco è un acquerello risalente alla fine del XVIII secolo dove traspare una partizione in stile rinascimentale con corsi d'acqua, siepi e un viale d'accesso differente da quello odierno. Quest'impostazione di «giardino all'italiana» fu completamente rivista nei primi decenni dell'Ottocento in favore di un ampliamento e di una risistemazione tipicamente romantica, con la creazione dell'attuale viale di accesso e di un sentiero ad anello che si inoltra nel bosco, oltre a prati ondulati, un piccolo lago, macchie irregolari di vegetazione e l'aggiunta di ulteriori specie botaniche esotiche conformemente alla moda tipica dell'epoca.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Parco Storico
Dom.
10.00-19.00

Le sale del Castello sono visitabili solo in occasione di mostre temporanee o in compagnia di una guida.

Biglietti

Intero: € 10,00
Ridotto: € 8,00

Servizi

Condividi

Via Cardonata, 2

10060 San Secondo di Pinerolo Torino

Tel: +39 0121 376545

Sito ufficiale

Castello di Miradolo
1148 hits

Aggiornamento Pagina: 25/08/2018

Attenzione! usare questo form esclusivamente per le recensioni della struttura. I messaggi non inerenti saranno cestinati.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.