Ogni prima domenica del mese, i musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali sono gratuiti.

Archivio di Stato di Pistoia

Archivio Statale / PISTOIA

I primi nuclei acquisiti negli anni Trenta furono l'archivio della Sottoprefettura di Pistoia, quello della ex Pretura di San Marcello Pistoiese e quello del Patrimonio ecclesiastico, subito seguiti dagli archivi dell'antico Catasto, del Comune di Pistoia, del Comune di Serravalle, del Comune di Sambuca, della Congregazione di carità e altri minori; degno di nota è l’archivio preunitario del Comune, comprendente anche le carte degli organi periferici dello Stato toscano, e la documentazione prodotta dagli uffici statali post-unitari, che si arresta tuttavia, stante la carenza di spazi, agli inizi del sec. XX, con l'unica eccezione dell’archivio della Prefettura di Pistoia, che copre il periodo 1865-1971.

Tra i fondi più rilevanti si segnalano: l'Opera di San Jacopo (con documenti dal sec. XIII); il Catasto (con documenti dal sec. XV); il Patrimonio ecclesiastico (enti religiosi soppressi dal granduca Pietro Leopoldo); gli Istituti raggruppati (di istruzione, assistenza e beneficenza, tra cui il Conservatorio degli orfani); gli Ospedali riuniti (comprendente quello del Ceppo, con documenti dal 1287). Di notevole interesse storico sono anche i fondi documentali di varie famiglie pistoiesi (Amati-Cellesi, Ganucci-Cancellieri, Gherardi-Badioli etc.), l'archivio del Partito nazionale fascista-Federazione di Pistoia e quello del Comitato di liberazione nazionale della provincia pistoiese. Dal 2005 l’Istituto conserva inoltre l’archivio personale di Licio Gelli.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Lun. Mer. Ven.
9.00-14.00

Mar. e Gio.
9.00-17.45

Biglietti

Gratuito

Servizi

  • Archivio

Condividi

Piazzetta Scuole Normali, 2

51100 Pistoia

Tel: +39 0573 23350

Archivio di Stato di Pistoia
245 hits

Aggiornamento Pagina: 24/09/2021

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.