I Musei nelle zone gialle riapriranno, a partire dal 18 gennaio, nei giorni feriali. Resteranno chiusi nei giorni festivi.

Museo della Contrada dell' Istrice

Musei del Palio

Negli attigui locali della Contrada si conservano tele raffiguranti San Carlo e San Cristoforo (XVII secolo), una pala con la Madonna, il Bambino e i santi Vincenzo e Anastasio. L'affresco a centina, che si ritrova sul muro esterno dell'oratorio raffigurante Gesù benedicente è, secondo il Bisogni, il più antico affresco conservato a Siena (inizi XIII secolo). Un altro affresco staccato dalla stessa parete raffigura la Madonna col Bambino e i santi titolari (XVI secolo ). Notevole un gruppo di tele di scuola napoletana tra il XVII e il XVIII secolo: La sacra famiglia con san Giovannino (copia dal Solimena); San Carlo Borromeo (Paolo de Maio ); San Francesco Borgia, dipinto da Pietro Bardellino intorno al l770; la Coronazione di spine di Giuseppe Bonito, dipinta intorno al 1740; Gesù nell'orto (cerchia di Francesco Trevisani, XVIII secolo); il Martirio di san Bartolomeo (copia da Alessandro Casolani).

Da notare anche una tempera su tavola di Sano di Pietro (1406-1481) con la Madonna, il Bambino, angeli e santi. Sul pavimento, invece, è situato il sepolcro marmoreo del cavaliere provenzale Luigi de Chamelet, deceduto a Siena durante la peste nera del 1348. I locali hanno inglobato l' abside dell' oratorio e una cisterna, dalla quale provengono ceramiche medievali e rinascimentali e vetri antichi, attualmente esposti in teche. Senza dimenticare, ovviamente, l’ importanza ed il valore della serie di monture che risalgono fino al 1786, e le armi e gli argenti e i paramenti sacri.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Visitabile su richiesta

Biglietti

Gratuito

Servizi

Condividi

Via Camollia, 87

53100 Siena

Tel: +39 0577 48495

1449 hits

Aggiornamento Pagina: 07/09/2019

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2021