Pietro Liberi

Pietro Liberi


Pietro Liberi, detto anche Libertino (Padova, 1605 – Venezia, 1687), è stato un pittore italiano.

La vita di Pietro Liberi viene narrata da Galeazzo Gualdo Priorato, forse in modo troppo romanzato, tanto da mettere in discussione anche la sua data di nascita. Nacque a Padova da Giuseppe e da Maddalena Rossi e visse i suoi primi anni in modo molto avventuroso: a sedici anni si trovava a Costantinopoli, venne poi fatto prigioniero sull'isola di Mitilene, incatenato e trasferito a Tunisi, da dove riuscì a scappare otto mesi dopo.

Viaggiò a Roma, Firenze, Bologna e Siena per studiare i maestri pittori. A Venezia ottenne commissioni per il palazzo Ducale e per la chiesa della Salute. Per Palazzo Albrizzi dipinse un'Annunciazione. Nel 1653 venne nominato cavaliere di San Marco e nel 1658 ottenne dall'imperatore Leopoldo I la nomina a Reichsgraf (Conte palatino), il che conferma la sua forte personalità.

Opere in Italia