A causa dell'emergenza sanitaria in corso, i musei e Parchi Archeologici rimarranno chiusi al pubblico dal 6 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.

Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria

Chiesa / PISA

La chiesa, dedicata a S. Caterina d’Alessandria, fu costruita agli inizi del XIII secolo, ma è con la concessione ai Dominicani (1222) che venne realizzata la struttura attualmente visibile e il convento annesso. La struttura a capanna con aula unica, terminata probabilmente intorno alla metà del XIII secolo, risponde all’esigenza di avere un ampio spazio dedicato soprattutto alla predicazione, oltre che alle liturgie e alle sepolture. La navata unica, coperta da capriate si incrocia con un transetto “a T” sul quale si affacciano quattro cappelle voltate con archi a crociera.

La facciata, terminata nella prima metà del XIV secolo, è decorata con marmi bianchi di S. Giuliano scanditi su fasce bicrome bianco-grigie, che sviluppano il tema decorativo della Cattedrale in chiave gotica, unendo gli archi a tutto sesto del primo ordine agli archetti trilobati degli ordini superiori, sorretti da colonnine con capitelli e protomi umane. Altorilievi con busti di santi incorniciano un grande rosone centrale. Il campanile in cotto è attribuito a Giovanni di Simone, autore anche di quello di S. Francesco e del Camposanto Monumentale. L’interno, ricostruito nel 1650 in seguito ad un incendio, conserva tra le altre opere il monumento sepolcrale dell’arcivescovo Saltarelli, opera di Andrea e Nino Pisano, la grande pala d’altare con il Trionfo di S. Tommaso dipinta probabilmente da Lippo Memmi e Francesco Traini e la cattedra lignea del XVII secolo contenente quella su cui avrebbe predicato in Pisa S. Tommaso.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Aperto tutti i giorni
8.00-19.00

Biglietti

Gratuito

Condividi

Piazza Santa Caterina, 5

56127 Pisa

Tel: +39 050 552883

1873 hits

Aggiornamento pagina: 12/06/2020

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2020