itzh-CNenfrdeiwjaptrues

I Musei e Parchi Archeologici nelle zone gialle e bianche riapriranno il 26 Aprile. news

Museo scuola Odin-Bertot

Angrogna / Musei dell'Educazione

Il piccolo locale conserva l'aspetto caratteristico che ebbe sino agli inizi del '900. Il soffitto basso, il pavimento consunto, le pareti a calce, i banchi di scuola, la grossa stufa, alimentata con i pezzi di legno che ogni bambino portava con sé, tutto riconduce il visitatore al mondo delle scuole di montagna del passato.

Nella bacheca a muro è esposto materiale didattico: registri, quaderni, un cartellone per esercitarsi nella pronuncia. Si noteranno due elementi: anzitutto la presenza di una Bibbia, testo usato non solo in ambito religioso ma come manuale di lettura, spesso unico libro disponibile a scuola e in casa. Il fatto non è casuale e attiene alla concezione stessa della fede evangelica che ne fa il testo di riferimento fondamentale.

Il secondo elemento caratteristico è la presenza di materiale in lingua francese: sino a fine Ottocento nell’ambiente valdese fu usata sia a scuola sia in chiesa. Superfluo dire che questo bilinguismo costituiva un fatto importante in ambiente di frontiera di forte emigrazione.

Interessanti sono pure i quadri appesi alle pareti. La presenza del ritratto di Charles Beckwith, “benefattore dei valdesi” è comprensibile; lo è meno l’oleografia di Gesù benedicente i bambini. Quando in virtù del Concordato del 1929 venne resa obbligatoria l’esposizione del crocifisso nelle scuole, i valdesi si opposero naturalmente a questa norma in casa propria e venne loro concesso di sostituirlo con questa immagine del Cristo, riproduzione di un famoso dipinto inglese.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Visitabile su richiesta

Biglietti

Offerta libera

Servizi

Condividi

Località Odin

10060 Angrogna - Torino

Tel: +39 0121 944182

1139 hits

Aggiornamento Pagina: 02/02/2018

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.