A causa dell'emergenza sanitaria in corso, i musei e Parchi Archeologici rimarranno chiusi al pubblico dal 6 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.

Museo di Storia Naturale di Firenze

SMA - Firenze / Geologia / Paleontologia

Il Museo di Storia Naturale a Firenze, i nove milioni di reperti che possiede sono contenuti in alcuni palazzi in diversi luoghi della città, è uno dei più grandi e importanti musei scientifici italiani, e appartiene all'Università di Firenze.

Il 21 febbraio 1775 il Granduca Pietro Leopoldo istituiva l'Imperial Regio Museo di Fisica e Storia Naturale, raccogliendo nel palazzo Torrigiani di via Romana una serie di collezioni naturalistiche risalenti fino all'epoca medicea, che in parte erano state conservate fino ad allora agli Uffizi.

La vastità delle collezioni è imponente con circa 8 milioni di reperti: gli erbari cinquecenteschi, le preziose cere del '700, gli scheletri fossili di grandi mammiferi, le collezioni di variopinte farfalle, i grandi cristalli di tormalina, le spettacolari maschere Maori, i gioielli etnici dei popoli nativi gli alberi monumentali dell’Orto Botanico. Un contesto capace di coniugare natura, storia, scienza ed arte. Il Museo offre ai visitatori, da soli o con la famiglia, percorsi, visite guidate e laboratori per ogni fascia di età. Ammirare, ma anche sperimentare e divertirsi.

Le varie sezioni del museo, che coltivano rapporti di collaborazione con diversi dipartimenti scientifici e con istituzioni straniere, sono anche attive nel campo della conservazione e restauro, della ricerca scientifica e della didattica.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

1 Set. 30 Giu.
da Mar. a Dom.
9.00-17.00

1 Lug. 31 Ago.
da Mar. a Gio.
9.00-17.00
Ven. Sab. Dom.
9.00-13.00

Biglietti

Intero: € 6,00
Ridotto: € 3,00

Condividi

Via Giorgio La Pira, 4

50121 Firenze

Tel: +39 055 2756444

Sito ufficiale

2428 hits

Aggiornamento pagina: 31 Agosto 2019

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2020