itzh-CNenfrdeiwjaptrues

I Musei e Parchi Archeologici riaprono in zona gialla dal 26 aprile, anche nei fine settimana. news

Il Museo è stato aperto al pubblico nel 1973, ha sede nella Pieve di Gorto, fondata nell'VIII secolo, distrutta da un incendio e poi ricostruita nel 1431; è uno dei più antichi edifici di culto del Friuli. L'itinerario museale si sviluppa in due sedi espositive, nelle quali sono presentati reperti archeologici, opere d'arte e suppellettile liturgica, databili dal V al XVIII secolo.

Pieve
In un ambiente attiguo alla chiesa, sono ospitate la sezione archeologica e il lapidarium. Tra i tanti materiali esposti, meritano attenzione:

- Lavara di Cjanaia: frammento di lapide preromana con iscrizione, non ancora decifrata, a caratteri nordetruschi venetici. Fu rinvenuta sulla via preistorica che da Raveo (Val Tagliamento) immetteva in Gorto, passando proprio sotto il colle della Pieve.
- Pipinacui: coppia di misteriose figure di oranti sommariamente scolpite nel tufo carnico; la loro tipologia può far pensare ad un'arte barbarica antica, forse precristiana. La loro presenza sul colle di Pieve può essere testimonianza di un luogo di culto precristiano precedente alla chiesa.

Ex Latteria
Nella Museo sono esposti preziosi oggetti liturgici, opere d'arte e paramenti sacri. Di rilievo:

- Cucchiai di epoca tardo-romana, forse usati per la celebrazione eucaristica.
- Gioielli (orecchini, fibule, perle di pasta vitrea ed ambra, ecc.) di epoca tardoantica-longobarda.
- Gesù Cristo crocifisso (XVI secolo), in legno policromo intagliato, di scuola carnica.
- Gruppo scultoreo con San Martino di Tours ed il povero (inizio XVI secolo), in legno policromo intagliato, di Domenico da Tolmezzo.
- Pala d'altare con la Madonna con Gesù Bambino in gloria fra angeli con san Giovanni Battista e san Pietro apostolo (1567), di Giuseppe Furnio.
- Due standardi processionali (XVI - XVII secolo), dipinti su seta, di scuola friulana: resti di uno stendardo della Confraternita del SS. Sacramento che, istituita nella Chiesa di San Michele Arcangelo e Sant'Elena.
- Tabernacolo (XVII secolo), in legno dorato, di scuola carnica.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Visitabile su richiesta

Biglietti

Gratuito

Servizi

Condividi

Località Cella

33025 Ovaro - Udine

Tel: +39 0433 60358

Fax: + 39 0433 60358

2103 hits

Aggiornamento Pagina: 20/08/2020

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.