A causa dell'emergenza sanitaria in corso, i musei e Parchi Archeologici rimarranno chiusi al pubblico dal 6 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.

Collezioni di Chimica

SMA - Firenze / Chimica / Sesto Fiorentino

Una visita alle collezioni di Chimica, che prevede anche l’esperienza in laboratorio, è un viaggio alla scoperta delle applicazioni scientifiche messe a nostra disposizione dalla chimica moderna. Nel percorso museale si possono vedere gli strumenti e le carte correlate ad alcune cruciali innovazioni e i vecchi strumenti che sono serviti a Ugo Schiff (1834-1915) per le importanti scoperte (basi di Schiff, reattivo di Schiff), tuttora largamente utilizzate in sintesi chimica e in ambito medico e biologico.

Oltre ai prodotti di sintesi datati tra il 1860 (Basilea) e il 1915 (Firenze) è presente la Collezione degli Arredi Storici che è formata da circa quaranta mobili e arredi, datati dall’Ottocento ai primi decenni del Novecento. Pezzi forti della raccolta sono i tavoli e i banchi-chimici dello storico laboratorio di Schiff che costituiscono lo scenario ottimale per la ricostruzione di un laboratorio chimico ottocentesco.

La collezione degli strumenti conta centocinquanta reperti storici datati dal 1800 al 1950. Sono presenti bilance di precisione, termometri, gasometri, galvanometri, microscopi e alcuni prismi per le analisi ottiche. Vi sono anche alcuni spettroscopi ottocenteschi tuttora funzionanti con vaschetta porta-campioni per liquidi e camera oscura per la registrazione dello spettro su lastra fotografica.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Solo con visita guidata e prenotazione obbligatoria
055 2756444

Biglietti

Condividi

Via della Lastruccia, 3-13

50019 Sesto Fiorentino - Firenze

Tel: +39 055 2756444

637 hits

Aggiornamento pagina: 03/09/2019

Attenzione questo form è destinato esclusivamente alla recensione della struttura. Non usarlo per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2020