itzh-CNenfrdeiwjaptrues

La prima domenica del mese gratuita è attualmente sospesa

Complesso Monumentale di Sant’Ilario

BENEVENTO / Chiesa

Vicinissimo all’Arco di Traiano (a cui deve il suo nome in quanto l’Arco in epoca longobarda fu inglobato nella nuova cinta muraria diventando porta “aurea” della città), ne fanno parte l’ex Chiesa di S. Ilario a Port’Aurea, edificio altomedievale, ed i resti di un complesso edilizio d’età imperiale (II secolo d.C.) con testimonianze di una preesistenza archeologica.

La chiesa di Sant'Ilario ha una semplice pianta rettangolare, cui si aggiunge un'abside semicircolare. Sull'edificio si elevano due torrette di diversa altezza, con tetto in tegole, sotto le quali si trovano due cupole visibili dall'interno, attualmente spoglio. Vi sono due entrate, una sulla parete corta che guarda verso l'Arco di Traiano, l'altra aperta nell'abside. L'interno non è pavimentato per consentire la visione delle strutture sottostanti la costruzione, e una passerella conduce da una porta all'altra.

La chiesa è presumibilmente di origine longobarda (VI-VII secolo), costruita su rovine precedenti. Il primo documento che attesta la presenza della chiesa e di un annesso monastero è, tuttavia, del dicembre 1148. Nel 1504 fu annessa da papa Giulio II al Capitolo Metropolitano. Alla fine del XVII secolo fu sconsacrata e trasformata in casa colonica. L'edificio ha così subito riparazioni e modifiche nel tempo, diventando irriconoscibile. Solo negli anni 1920 il Bertarelli individuò in esso la chiesa di Sant'Ilario.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Aperto tutti i giorni
9.00-18.30

Biglietti

Intero: € 2,00
Ridotto: € 1,00

Servizi

Condividi

Via San Pasquale, 10

82100 Benevento

Tel: +39 345 7542984

Complesso Monumentale di Sant’Ilario
1637 hits

Aggiornamento Pagina: 26/11/2021

Attenzione! usare questo form esclusivamente per le recensioni della struttura. I messaggi non inerenti saranno cestinati.

Commenti (2)

  • MIchele Lepore

    MIchele Lepore

    • 10 Gennaio 2022 at 21:22
    • #

    Sono di Orsara di Puglia e l'8 gennaio ho visitato le bellezze di Benevento, In Sant'Ilario ho trovato delle straordinarie analogie con la chiesa dell'Angelo del mio paese che ha pianta rettangolare e all'interno ha due cupole ogivali, non visibili dall'esterno, che mi hanno sorpreso in Sant'Ilario. Vicino alla porta d'ingresso vi è un'epigrafe che molti ritengono illegibile. Personalmente ritengo che sia il monogramma di un abate di origine longobarda Kisilpert o Gisulpert. Vorrei sapere se qualcuno potrebbe aiutarmi nell'interpretare questo monogramma. A Santa Sofia , bellissima e meraviglioso il museo, ho trovato una giovane guida che mi pareva assai preparato e disponibile: Gli ho fatto vedere una moneta di Arpi da me rinvenuta e mi ha sorpreso piacevolmente la sua preparazione. Vorrei ritornare a Benevento per approfondire la conoscenza del complesso di Sant'Ilario e dell'Archivio di Stato. La visita ci ha piacevolmente stupiti e siamo stati accolti alla grande, Grazie.

    Rispondi

  • Luigia

    Luigia

    • 19 Novembre 2021 at 11:18
    • #

    Importante esempio di architettura altomedievale, la chiesa di S. Ilario a Port 'Aurea si inserisce in un interessante percorso che riguarda lo studio dei reperti della cd. Longobardia Minor di cui faceva parte la città di Benevento.

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.