itzh-CNenfrdeiwjaptrues

I Musei nelle zone gialle riapriranno, a partire dal 18 gennaio, nei giorni feriali. Resteranno chiusi nei giorni festivi.

Collegio di Spagna

BOLOGNA / Ville e Palazzi

Il Collegio di Spagna (il cui nome per esteso è Reale Collegio Maggiore di San Clemente degli Spagnoli, "Real Colegio Mayor de San Clemente de los Españoles") è un collegio universitario per studenti spagnoli istituito in epoca medievale presso l'Università di Bologna, certamente il più famoso tra i ventiquattro fondati fra il XIII e il XVII secolo.

Progettato da Matteo Giovannelli (detto il Gattapone), il collegio è strutturato a due piani con un cortile centrale porticato attorno al quale sono distribuiti i locali e che conduce alla Chiesa gotica di san Clemente. Le camere degli studenti si affacciano sulla parte esterna, con struttura fortificata provvista di merli; la facciata esterna fu successivamente rimodellata in stile rinascimentale.

Il palazzo ha un pregevole portale del 1525, opera di Andrea da Formigine. Nel portico era presente un affresco di Annibale Carracci in pessime condizioni di conservazione. Vi sono inoltre due affreschi di Bartolomeo Ramenghi (detto anche Bartolomeo da Bagnacavallo) mentre quello di Camillo Procaccini, contenuto nell'abside della cappella di san Clemente fu distrutto nel 1914. Nella cappella è presente un pregevole polittico di Marco Zoppo. Si segnalano anche affreschi trecenteschi della scuola di Vitale da Bologna e di Andrea di Bartolo.

All'interno del Collegio è ospitata una biblioteca in cui sono custoditi anche numerosi codici miniati, resi disponibili in riproduzioni digitali ad alta risoluzione.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Visitabile su richiesta

Biglietti

Gratuito

Servizi

Condividi

Via Collegio di Spagna, 4

40123 Bologna

Tel: +39 051 330408

Sito ufficiale

1435 hits

Aggiornamento Pagina: 11/02/2021

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2021