Silvestro dell'Aquila

Silvestro dell'Aquila

Silvestro dell'Aquila, pseudonimo di Silvestro di Giacomo (L'Aquila, 1450 circa – L'Aquila, 1504) è stato un architetto e scultore italiano.

Considerato il più grande scultore del rinascimento abruzzese, sintetizzò nelle sue opere la cultura fiorentina, l'eclettismo romano e la raffinatezza urbinate e portando la produzione artistica aquilana tra le più prestigiose a livello nazionale. Seguace di Andrea Bregno e Donatello, fu particolarmente attivo nell'arte funeraria d'ispirazione classica; i suoi lavori principali sono i mausolei di San Bernardino e di Maria Pereyra Camponeschi.

All'attività da scultore, Silvestro affiancò quella da architetto. Fu attivo sulla facciata della chiesa di Santa Maria del Soccorso e nella prima fase costruttiva della basilica di San Bernardino, oltre che in alcune importanti residenze nobiliari aquilane quali palazzo Carli Benedetti e palazzo Franchi Fiore.