itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Alessandro Antonelli

Alessandro Antonelli (Ghemme, 14 luglio 1798 – Torino, 18 ottobre 1888) è stato un architetto e politico italiano.

Divenuto deputato del Regno di Sardegna nel 1849, deve la sua notorietà soprattutto alla Mole Antonelliana, la sua opera più famosa.

Sono numerose le opere del periodo della maturità: case padronali, la sede del comune di Mortara e il santuario di Boca (la cui cupola non venne mai terminata a causa del rischio di crolli), la nuova chiesa parrocchiale di Castellamonte (anch'esso un progetto incompiuto, e del quale rimane oggi la Rotonda Antonelliana), Villa Caccia di Romagnano Sesia, l'ospizio degli orfani ad Alessandria, i piani regolatori generali di Torino, Maggiora e Novara, la chiesa di San Clemente e l'Asilo de' Medici, entrambe a Bellinzago Novarese, e altre ancora. Ancora nel novarese è da ricordare la parrocchiale di Borgolavezzaro (1858-1862).

A Novara, di particolare interesse, la già citata cupola della basilica di San Gaudenzio, terminata nel 1887, ardita costruzione interamente in mattoni, alta 121 m, che si accorda con la basilica manierista e con il campanile di Benedetto Alfieri; casa Bossi, uno dei migliori esempi di architettura civile ottocentesca e, parzialmente, il duomo.

Una parte dell'ospedale dei Santi Antonio e Biagio di Alessandria vede un progetto dell'Antonelli. Fra il 1857 e il 1861, infatti, furono eretti alcuni edifici destinati all'orfanotrofio, al reparto medicina donne, e agli incurabili.