itzh-CNenfrdeiwjaptrues

La prima domenica del mese gratuita è attualmente sospesa.

Tempio italico di Castel di Ieri

Templi Greco-Romani / Castel di Ieri

L'area archeologica si estende su 120 m x 90 m. Gli scavi hanno riportato alla luce i resti di due templi, Tempio A e Tempio B, per i quali è ancora incerto a quale divinità fossero dedicati, anche se si ipotizza che quello più recente e ancora visibile, fosse dedicato a Giove Egioco. Scavi successivi hanno portato alla luce anche cinque tombe, rinvenute più in profondità rispetto i resti dei templi.

Il tempio A fu costruito utilizzando i materiali del tempio B, anche se i due siti non concidono. Il tempio più antico (tempio "B"),ora interrato, è datato al IV secolo a.C. dai materiali votivi associati, presentava uno zoccolo in pietra con alzato in materiale deperibile. Ad un livello più alto di circa 2 m si sovrappose parzialmente al primo tempio un secondo edificio templare (tempio "A"), risalente al II secolo a.C. e monumentalizzato nel secolo seguente, sulla base di un'iscrizione a mosaico nel pavimento. Del secondo tempio si conservano il podio (15,12 m x 19,80 m) in opera poligonale, rivestito da lastre in calcare e accessibile da una scalinata frontale.

La cella tripartita era preceduta da un profondo pronao a quattro colonne, con capitelli ionici. I tre ambienti erano pavimentati con un mosaico, quello centrale con motivi geometrici, e conservavano sulle pareti tracce di intonaco dipinto. In fondo alle celle erano presenti dei piccoli ambienti o nicchie chiusi da cancellate, che dovevano servire a custodire gli oggetti di culto o gli archivi e il tesoro della comunità. La cella centrale conserva sul fondo il basamento per la statua di culto, che chiuse la nicchia.

Il secondo tempio presentava una ricca decorazione in terracotta, oggi conservata presso il Museo archeologico nazionale d'Abruzzo a Chieti. Sono stati rinvenuti anche frammenti della probabile statua di culto, in marmo bianco (frammenti di mantello ornati da serpenti, forse riferibili all'egida della dea Minerva) e bronzetti votivi, tra i quali una figura di Ercole. Sono inoltre venuti alla luce i resti di una scultura raffigurante probabilmente un leone.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

Biglietti

Servizi

Condividi

Località Piè di Franci

67020 Castel di Ieri - L'Aquila

Tel: +39 0864 79168

Tempio italico di Castel di Ieri
470 hits

Aggiornamento Pagina: 07/07/2020

Attenzione! usare questo form esclusivamente per le recensioni della struttura. I messaggi non inerenti saranno cestinati.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.