itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Galleria Borghese

La Galleria Borghese si trova in Piazzale Scipione Borghese 5, all'interno della Villa Borghese Pinciana a Roma. Il museo espone opere di Gian Lorenzo Bernini, Agnolo Bronzino, Antonio Canova, Caravaggio, Raffaello, Pieter Paul Rubens, Tiziano. Si può considerare unica al mondo per quel che riguarda il numero e l'importanza delle sculture del Bernini e delle tele del Caravaggio.

Le opere sono esposte nelle 20 sale affrescate che, insieme con il portico e il Salone di ingresso, costituiscono gli ambienti del Museo aperti al pubblico. Oltre 260 dipinti sono custoditi nei Depositi della Galleria Borghese, collocati sopra il piano della Pinacoteca e allestiti come una quadreria e visitabili su prenotazione.

Fu costituita nel 1902 a seguito dell'acquisizione da parte dello Stato italiano delle raccolte facenti parte del Fidecommisso Borghese. Primo direttore della Galleria Borghese fu Giovanni Piancastelli (1845-1926) a cui succedette nel 1906 Giulio Cantalamessa, già direttore delle Gallerie dell' Accademia di Venezia.

Per ragioni di sicurezza legate alla conformazione dell'edificio storico, l'accesso al Museo è regolamentato in turni di visita di due ore l'uno, per un massimo di 360 persone ciascuno, con uscita obbligatoria a fine turno.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazzale del Museo Borghese, 5
  • 00187 Roma

Contatti

  • Telefono: +39 06 8413979
Mercoledì, 26 Luglio 2017

Commenti (3)

  • Roby

    Roby

    18 Settembre 2017 at 18:10 | #

    È il museo più bello del mondo! All'interno di Villa Borghese si trova questa grande collezione di opere d'arte con all'interno alcuni capolavori dell' arte universale. Ogni angolo del palazzo contiene tesori inestimabili: i gruppi scultori del Bernini, Paolina Borghese di Canova, la pinacoteca...insomma uno spettacolo. Non posso non dare 5 stelle ma a dire la verità il punteggio è dato solo grazie al contenuto della galleria. Location, organizzazione e gestione meritano forse mezza stella. Barriere architettoniche ovunque, pessima organizzazione degli ingressi con obbligo di prenotazione a prezzi esorbitanti (i biglietti si possono acquistare solo su internet con costi di prenotazione fuori di testa). Incuria e sciatteria ovunque. La cosa che mi ha tristemente colpita e l'inesistente e a tratti fastidiosa illuminazione all'interno della galleria. Talvolta sia il riflesso del sole sia il riflesso del faretto non hanno reso piacevole e confortevole l'ammirazione dell'opera d'arte. Nessuna spiegazione scritta, alcune opere sprovviste di targhetta e se presente era difficile ricondurla alla giusta opera. Insomma, per i costi proibitivi richiesti ci si aspetta ben altro.

  • Susanna P.

    Susanna P.

    22 Giugno 2017 at 08:58 | #

    Una delle mete che non devono assolutamente mancare nel vostro itinerario a Roma.

  • Giova Teramo

    Giova Teramo

    19 Marzo 2017 at 21:57 | #

    Raramente si possono trovare in uno spazio così piccolo tante opere d'arte così meravigliose. È obbligatoria la prenotazione. C'è la possibilità poi di fare il giro del parco con trenino. Consigliata.

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.