A causa dell'emergenza sanitaria in corso, i musei e Parchi Archeologici rimarranno chiusi al pubblico dal 6 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.

Galleria Franchetti alla Ca' d'Oro

Quadreria / Scultura / VENEZIA

La Ca' d'Oro è un noto palazzo di Venezia, situato nel sestiere di Cannaregio e affacciato sul Canal Grande, la cui denominazione deriva dal fatto che in origine alcune parti della facciata erano ricoperte d'oro, rifinitura che faceva parte di una complessa policromia, oggi scomparsa, ritenuta uno dei massimi esempi del gotico fiorito veneziano. Dal 1927 è adibito a museo come sede della Galleria Franchetti.

La galleria ospita la collezione di opere d'arte raccolta da Giorgio Franchetti nella sua vita. In seguito alla donazione allo Stato italiano (1916) e in vista dell'allestimento del museo, alla collezione Franchetti furono affiancate alcune raccolte statali da cui provengono la maggior parte dei bronzi e delle sculture esposte, oltre a numerosi dipinti veneti e fiamminghi.

Tra le opere di maggior pregio vi sono il San Sebastiano di Andrea Mantegna, la Pietà con due angioletti di Marco Palmezzano, la Venere alla specchio di Tiziano, vedute di Francesco Guardi, la Venere dormiente di Paris Bordone e ampie porzioni degli affreschi del Giorgione, provenienti dalla facciata del Fondaco dei Tedeschi di Venezia. Di Vittore Carpaccio sono tre teleri con le Storie della Vergine (1504-1508).

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

da Mar. a Dom.
8.15-19.15

Lun.
8.15-14.00

Biglietti

Intero: € 8,50
Ridotto: € 4,25

Gratuito 1° Dom. del mese

Condividi

Cannaregio 3932

30126 Venezia

Tel: +39 041 5222349

Fax: +39 041 5238790

2845 hits

Aggiornamento pagina: 23 Agosto 2020

Commenti (1)

  • Paolo Dotta

    Paolo Dotta

    • 04 Aprile 2019 at 16:56
    • #

    Mi piacerebbe conoscere in quale anno é stata dipinta la tela "Il molo con la Libreria e la chiesa della Salute".

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Musei Italiani 2020