itzh-CNenfrdeiwjaptrues

LA PRIMA DOMENICA DEL MESE GRATUITA È ATTUALMENTE SOSPESA.

Mu.MA – Museoteatro della Commenda di Prè

Teatro / Ville e Palazzi / GENOVA

L’Ospitale della Commenda di San Giovanni di Prè è una costruzione molto antica: risale all’anno 1180 ed è stata costruita per servire come supporto ed assistenza ai pellegrini ed ai crociati che si recavano o ritornavano dalla Terrasanta.

Da maggio 2009,  dopo anni di restauri e di ricerche archeologiche, la Commenda presenta un allestimento in forma di “museoteatro”, dove i documenti della storia diventano immagine e spettacolo grazie alla collaborazione tra Mu.MA e Teatro del Suono.Sofisticate tecnologie permettono di animare gli antichi muri facendo tornare in vita i personaggi dell’epoca: genovesi come Frate Guglielmo, il costruttore dell’edificio, Caffaro o Benedetto Zaccaria, viaggiatori che passarono per Genova, come l’ebreo sefardita Beniamino da Tudela o il geografo arabo Al-Idrisi, il vescovo Giacomo da Vitry, ma anche protagonisti delle Crociate che combatterono i genovesi o collaborarono con loro, in Siria e in Palestina, come Baliano d’Ibelin o il Saladino, il sultano, curdo di nascita, che riconquistò Gerusalemme nel 1187.

Il messaggio forte veicolato dal nuovo allestimento è che nessuno deve sentirsi straniero a Genova.  Il concetto di interculturalità è al centro degli eventi del Museoteatro perché la Commenda è nata per dare ospitalità a pellegrini e viandanti collegando popoli e culture diverse. Nel frattempo è diventata anche un punto di riferimento per eventi interreligiosi con le comunictà straniere localie una suggestiva location per ricevimenti.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Orario Apertura

da Mar. a Ven.
10.00-17.00

Sab. Dom. e Festivi
10.00-19.00

Biglietti

Intero: € 5,00
Ridotto: € 3,00

Servizi

Condividi

Piazza della Commenda

16126 Genova

Tel: +39 010 2514760

2514 hits

Aggiornamento Pagina: 11/11/2018

Attenzione! non usare questo form per contattare il museo.

Lascia un commento

Please login to leave a comment.