itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo Valentino del Fabbro

Gli attrezzi e gli oggetti del passato che costituiscono la collezione etnografica di Fioretto Bortot sono stati raccolti dal collezionista con passione e con la volontà di riunire le testimonianze materiali della storia dei contadini e degli artigiani della Val Belluna e delle vallate limitrofe, tra la fine dell’800 e la prima metà XX secolo.

Particolarmente ricche e interessanti sono le sezioni che illustrano le attività artigianali, come quella dedicata alla bottega del marangon, dove è esposta una rassegna di pialle per differenti usi, o quella del calzolaio con il tavolo dove sono appoggiati martelli, chiodini, brocche e lesine e, ancora, la sezione dedicata all’edilizia con la cassela de le inpreste, i frattazzi e le livelle.

All’esterno sotto una grande tettoia trovano posto i reperti più ingombranti, come i carri agricoli, gli aratri, le macchine per la semina del grano e dei fagioli e le carriole.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Antonio Sperti, 2
  • 32100 Belluno

Contatti

  • Telefono: +39 333 9621026
Lunedì, 26 Marzo 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.