itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo della pietra e degli scalpellini

Il museo, che ha sede a Castellavazzo, è dedicato all’attività di estrazione e lavorazione della pietra, che ha rappresentato la fonte di ricchezza della zona sin dal XV secolo. Attraverso l’esposizione di immagini, testi esplicativi e reperti archeologico-industriali, il visitatore è portato alla scoperta di questo antico mestiere.

La zona mineraria di Castellavazzo contava ben venti siti di estrazione e la quantità di lavoro richiesta era in grado di occupare gli uomini del posto come cavatori e lavoratori del marmo. La pietra estratta veniva utilizzata non solamente per il commercio, ma anche per la creazione di opere all’interno del comune: è facile notare infatti edifici, gradini, davanzali, fontane e lastricati scolpiti alla perfezione in marmo rosso e giallo.

La mostra è introdotta da uno studio sulla storia geologica del territorio e sulle differenti tipologie di pietra presenti, per proseguire con la descrizione di come la materia prima sia stata impiegata per la produzione di manufatti e terminare con i dettagli sulla lavorazione e sulla decorazione del prodotto.

All’esterno del percorso espositivo è possibile visitare anche la bottega dell’artigianato, dove si trovano all’opera scalpelli e mazzuoli, come un tempo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Viale IV Ottobre
  • 32013 Longarone - Belluno

Contatti

  • Telefono: +39 0437 770254
  • Fax: +39 0437 573194
Mercoledì, 09 Maggio 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.