itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Chiesa di San Giovanni Battista

Venne edificata nel 1458 avendo come protagonisti, oltre che la popolazione, due personaggi: Giovanni Battista Banchiani di S. Vito che regalò il terreno per la costruzione e Daniele di Toffolo che donò alcune sue terre perché costituissero il Beneficio per il mantenimento del sacerdote risiedente. Il campanile fu eretto nel 1622. All'inizio Settimo ebbe il titolo di "cappellania" dipendente dalla pieve di Cinto, poi nel 1868 diventò "curazia" e nel 1943 "parrocchia".

La chiesa, pur essendo stata ampliata a più riprese, detiene al suo interno un ciclo di affreschi di particolare pregio artistico e storico. Fra questi sono da segnalare l'Adorazione dei Magi, il Martirio di S. Sebastiano e S. Antonio Abate eseguiti da Gian Francesco del Zotto detto da Tolmezzo (1450-1510 circa); una Madonna del Latte attribuita alla mano del Calderari (c.1500-1563), allievo del Pordenone; Storie del Battista di Cristoforo Diana, pittore secentesco di San Vito. Di particolare pregio sull’altare maggiore la pala dipinta Vergine con Bambino e santi Giovanni Battista e Marco, opera di Alessandro Varotari detto il Padovanino (1588-1648), pittore classicheggiante attento soprattutto alla prima maniera di Tiziano.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Udine, 48 - Settimo
  • 30020 Cinto Caomaggiore - Venezia

Contatti

  • Telefono: +39 0421 209615
Giovedì, 04 Gennaio 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.