Mudas Museum Arezzo

Il Museo, denominato recentemente Mudas Museum, rappresenta l’espressione della vitalità religiosa e culturale della città e si colloca in fecondo dialogo con il ricco patrimonio artistico-religioso accumulato in secoli di storia in tutto il territorio aretino.

È presente una collezione di prestigiose oreficerie e parati sacri, tra le quali emerge per importanza la famosa Pace di Siena raffigurante da un lato il Cristo morto sorretto dagli angeli e dall’altro la Madonna Addolorata. Si tratta di un opera di manifattura francese di grande raffinatezza e rarità in oro, smalti, pietre preziose e perle. Databile agli inizi del Quattrocento.

Una delle sale accoglie tre grandi e rari crocefissi lignei, del XII e XIII secolo, che simboleggiano il sacrificio di Cristo sulla croce, l’esemplare più antico risale al 1179 e in origine era rivestito di lamine in rame dorato e quindi concepito come un grande oggetto di oreficeria. Di notevole interesse è l’affresco staccato, databile al 1480 con San Girolamo penitente di cui straordinariamente si conserva accanto la sinopia, è opera di Bartolomeo della Gatta, il pittore più importante della toscana meridionale dopo Piero della Francesca. Proseguendo possiamo osservare opere del XIV e del XV secolo in cui prevale il tema dell’Annunciazione, si possono ammirare opere di pittori locali quali Andrea di Nerio e del più noto Spinello Aretino; emerge tra le tante un’insolita e straordinaria grande terracotta, attribuita a Bernardo Rossellino e datata 1432.

Sono inoltre presenti significative opere su tavola di Domenico Pecori, una predella del Signorelli, quattro statuette robbiane di terracotta invetriata un piacevole ed elegante dipinto datato c. 1575, raffigurante Cristo in casa di Marta opera di Santi di Tito e poi alcuni dipinti del noto pittore neoclassico Pietro Benvenuti, anche lui di origini aretina. Il nucleo di opere vasariane è ben rappresentato dallo stendardo processionale eseguito da Giorgio Vasari per la Compagnia dei Peducci nel 1549 e costituito da due raffinatissime tele raffiguranti la Predica del Battista e il Battesimo di Gesù.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza del Duomo, 1 - Palazzo Vescovile
  • 52100 Arezzo

Contatti

  • Telefono: +39 0575 4027268
Sabato, 05 Settembre 2020

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.