itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo della Tortura e della Pena di Morte

Piu’ di 100 “strumenti” di dolore e morte, a costituire una collezione che comprende pezzi (anche rari), risalenti al XVI e XVII sec., o ricostruzioni filologiche, del ‘800 e ‘900, di originali antichi introvabili.

Se infatti sono presenti soprattutto strumenti molto conosciuti quali la Vergine di Norimberga, la Ghigliottina, il Banco di Stiramento, la Sedia Inquisitoria e la Cintura di Castità, parte dell’ esposizione è riservata anche ad altri “procuratori di dolore” meno famosi ma incredibilmente sofisticati, dalla Forcella dell’Eretico al Piffero del Baccanaro, dalla Gatta da Scorticamento ai Ragni Spagnoli, in un tripudio della fantasia perversa dell’uomo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Porta San Giovanni, 123
  • 53037 San Gimignano - Siena

Contatti

  • Telefono: +39 0577 942243
  • Fax: +39 0577 907921
Martedì, 13 Settembre 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.