itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Fonte delle Fate

La fonte è la maggiore testimonianza superstite dell'antico borgo di Poggibonizio. Venne edificata intorno alla seconda metà del XIII secolo e la sua costruzione viene tradizionalmente attribuita a Balugano da Crema. Il luogo della sua realizzazione era denominato Valle Piatta e venne sotterrata nel 1484 dalla terra di riporto dei lavori di costruzione della fortezza medicea di Poggio Imperiale. Venne riportata alla luce nel 1803 in conseguenza di un grosso lavoro di cavo per realizzare un vigneto. Nel 2000 all'interno della fonte è stata collocata un'opera di Mimmo Paladino.

Realizzata interamente in travertino, la fonte presenta i caratteri tipici delle fonti pubbliche realizzate nel territorio senese tra il XIII e il XIV secolo. La facciata è costituita da un porticato a sei arcate doppie a sesto acuto. Le arcate sono sostenute da dei pilastri di oltre 2 metri di spessore al cui interno vennero realizzate una serie di arcate, anch'esse a sesto acuto, per facilitare il deflusso delle acque.

La struttura per le caratteristiche della muratura e per le soluzioni decorative viene considerata opera di maestri lapicidi di origine probabilmente padana; come detto l'opera viene attribuita a Balugano da Crema. La presenza in territorio valdelsano di maestranze di origine padana non è un fatto raro; a artisti di origine lombarda o emiliana vengono attribuiti numerosi edifici presenti nel territorio della Val d'Elsa, come la Pieve di San Giovanni Evangelista a Monterappoli.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Strada di San Francesco
  • 53036 Poggibonsi - Siena
Sabato, 17 Marzo 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.