itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Villa Contarini Giovanelli-Venier

Il complesso rappresenta uno dei più alti esempi di urbanistica organizzata sull’impianto di una villa veneta. Tra il XVI e XVIII secolo un ramo della grande famiglia veneziana dei Contarini acquisì vasti possedimenti nel versante occidentale dei Colli Euganei tra cui anche il medievale castello della Nina.

L'edificio presenta una pianta quadrata tripartita con al centro i saloni sovrapposti e ai lati le stanze e uno scalone interno; un basso pianterreno di servizio che serve a “staccare” da terra i due alti piani nobili, l’uno sovrapposto all’altro ed architettonicamente differenziati ed infine un piano sottotetto per la servitù. Le finestre sono caratterizzate da vivaci balaustre in pietra, da timpanetti triangolari ed arcuati oppure con archi decorati in chiave da eleganti modiglioni.

Lo stile classico è riservato al settore centrale del prospetto principale, volto a sud, dove si osserva la canonica sovrapposizione di colonne e paraste: tuscaniche al primo piano, ioniche al secondo e corinzie sul frontone del tetto. A decorare le chiavi d’arco della trifora del secondo piano nobile sono tre splendide protomi probabilmente interpretabili come un guerriero lanzichenecco affiancato da due nobili regine.

Al palazzo, nel corso del XVII secolo, si aggiungono un oratorio, un’osteria e una piazza che con il porto fluviale daranno origine ad un piccolo centro abitato. Nella villa è allestito il Museo della Shoah e del Paesaggio.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Santimaria, 240
  • 35030 Vo’ Vecchio - Padova

Contatti

  • Telefono: +39 049 9940027
Martedì, 20 Settembre 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.