itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Tempio di Giove

Il tempio di Giove fu costruito intorno al 250 a.C. ed era originariamente dedicato a Giove: fu edificato in un periodo di forte espansione urbanistica della città e divenne ben presto la principale struttura sacra di Pompei. A seguito della conquista della città da parte di Lucio Cornelio Silla, il tempio fu dedicato al culto della Triade Capitolina, per questo chiamato Capitolium e quindi, oltre alla venerazione di Giove, si aggiunsero anche quella di Giunone e Marte.

Il tempio, situato nella parte nord del foro, di tipo italico, presenta un alto podio, lungo trentasette metri e largo diciassette, realizzato con inserti in lava e tufo, decorato con semicolonne e vuoto al suo interno, con ingresso lungo il lato est: questa zona è divise in tre navate, con volta a botte e le mura in opera incerta; i vani, tre per la precisione, chiamati favissa, venivano utilizzati o come depositi, probabilmente dai sacerdoti o come custodia per il tesoro della città. La gradinata che introduce al tempio ha una forma particolare: si tratta in realtà di due fila di scale, che entrambe convergono su di un pianerottolo e da qui una scala più ampia conduce all'altare; ai lati di queste gradinata erano poste due statue equestri, come riprodotto in un affresco della casa di Lucio Cecilio Giocondo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via degli Augustali, 12
  • 80045 Pompei - Napoli

Contatti

  • Telefono: +39 081 8575111
Lunedì, 06 Maggio 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.