itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Scavi Romani di Via Cassino

Gli scavi condotti in via Cassino, nella periferia nord della città moderna, all’inizio degli anni ’80 del secolo scorso, hanno portato in luce una porzione di un edificio destinato alla produzione di vasellame ceramico. L’impianto era ubicato lungo l’antica via per Hasta (Asti), ai margini del perimetro urbano antico, e costituisce l’unica testimonianza ancora visibile degli impianti produttivi di Aquae Statiellae.

L’edificio rinvenuto in via Cassino è composto di sei ambienti, distribuiti attorno ad un cortile centrale, dotato di un pozzo con vera in pietra, che si affacciano con un porticato sul marciapiede della strada romana; ad essi si accede tramite un’ampia soglia in marmo. I muri, di cui si conservano solo le fondazioni, sono costruiti in ciottoli di fiume legati con malta; l’uso del mattone si riscontra solamente nei tramezzi del vano più settentrionale che appartengono ad una fase più recente. L’edificio dovette subire infatti diversi rifacimenti e la frequentazione dell’area giunge fino ad epoca medioevale, quando la costruzione di un pozzo distrugge parzialmente i muri dell’ambiente nord.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Fratelli Sutto
  • 15011 Acqui Terme - Alessandria

Contatti

  • Telefono: +39 0144 57555
Mercoledì, 06 Febbraio 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.