Pieve dei Santi Ippolito e Cassiano

La pieve presenta una pianta a croce commissa (croce a T) composta da un'unica navata coperta a tetto, con un transetto voltato a botte e conclusa con un'abside semicircolare. La facciata è a capanna e sulla sinistra è stata unita a quella dell'oratorio; vi è un portale architravato con arco a tutto sesto e le tracce di una bifora (archivolti bicromi in marmo e serpentino sul modello pistoiese) sostituita nel XVII secolo dal finestrone oggi visibile.

La fiancata nord non è visibile in quanto coperta dal volume dell'oratorio barocco mentre la fiancata sud è interamente visibile e in questa parte si aprono tre monofore a doppio strombo, un portale laterale identico a quello in facciata ma tamponato e una monofora in laterizio anch'essa tamponata. Sulla fiancata meridionale in corrispondenza del transetto si eleva la torre campanaria mentre dietro la tribuna inizia il complesso canonicale nel quale è compreso un chiostro con un palazzotto del XIII secolo.

L'interno presenta una copertura a capriate lignee e le pareti sono completamente stonacate. Nell'abside si apre una monofora a doppio strombo ed è ornata da un elegante ciborio marmoreo attribuito a Mino da Fiesole. In epoca rinascimentale furono svolti dei restauri che comportarono la chiusura del transetto destro nel quale venne ricavata la sagrestia, venne inoltre rialzato il pavimento.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Chiantigiana, 268
  • 50055 Lastra a Signa - Firenze
Martedì, 19 Novembre 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.