itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Orto Botanico di Urbino

Ha il suo ingresso principale in via Bramante, davanti a palazzo Albani. L'edificio che contrassegna l'entrata principale è formato da un unico piano ed è di piccole dimensioni, progettato nel 1846 dall'architetto Vincenzo Ghinelli.

L'Orto si sviluppa, per la maggior parte, su un grande terrapieno, che in origine era proprietà dell'adiacente convento di San Francesco. Nel 1798, durante l'occupazione francese, il Comune confiscò il terzo orto del convento, per istituirvi, nel 1809, un Orto Botanico; finalizzato agli scopi didattici, legati agli insegnamenti di Botanica e Agraria, del Liceo Convitto (sostituto della soppressa Università). A tal fine la sistemazione e l'organizzazione dell'Orto fu curata da Giovanni de' Brignoli di Brünnhoff, docente di Botanica e Agraria. Nel 1813 l'Orto fu arricchito da una Serra per le piante esotiche.

Con la restaurazione del governo pontificio e la rinascita dell'Università il De Brignoli lasciò Urbino e la gestione dell'Orto tornò ai Padri Francescani, ai quali fu imposto da Papa Pio VII di mantenere la coltura botanica. Però, nel 1844, per gli eccessivi costi di mantenimento i Padri dovettero cedere, in enfiteusi perpetua, l'Orto all'Università.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Via Bramante, 28
  • 61029 Urbino

Contatti

  • Telefono: + 39 0722 303774
  • Fax: +39 0722 303777
Venerdì, 27 Maggio 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.