itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Oratorio di Sant'Antonio Abate

Le prime testimonianze su questo Oratorio risalgono al sec. XI – XII. In origine doveva trattarsi di un semplice tabernacolo stradale, accresciuto poi nel corso dei secoli, fino all'ultima sopraelevazione in laterizi (ben visibile dall'esterno) risalente alla prima metà del XX secolo.

Entrati in chiesa sulla parete destra troviamo un quadro raffigurante la “Madonna del Rosario e S. Domenico”, proveniente dalla pieve della Nera, opera del XVIII secolo di autore greco, accanto alla pregevole opera del senese Priamo della Quercia, realizzata alla metà del sec. XV.

Sul presbiterio, una “Annunciazione” del fiorentino Cosimo Daddi, pittore vissuto a cavallo tra il XVI e il XVII secolo. Sopra l'altare si trova L'Assunta che dona la cintola a San Tommaso di Giovanni Della Robbia (sec. XV-XVI). Sulla parete sinistra, sopra la porta secondaria, conservata nell'originario aspetto trecentesco, un piccolo dipinto con preziosa cornice raffigurante la “Madonna Assunta”, opera di Baldassarre Franceschini, detto “Il Volterrano”, risalente alla prima metà del XVII secolo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via di Sotto, 52
  • 56048 Volterra - Pisa
Martedì, 17 Marzo 2020

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.