Nuraghe Diana

Il sito è ubicato su una collinetta in località Is Mortorius, da cui si gode un'ampia visuale sul golfo di Cagliari. Il nuraghe è di tipo complesso trilobato, formato cioè da una torre centrale con copertura a thòlos a cui si aggiungono altre due torri circondate da una cortina muraria. Durante la seconda guerra mondiale sulla sommità del mastio principale venne costruito un fortino. Nella Monografia Storico-Statistica del Comune di Quarto Sant'Elena, dell'Avvocato Luigi Rossi Vitelli, segretario in quel comune, (Cagliari Tipografia del Commercio 1878), in merito al nuraghe Diane si legge: "Di antica costruzione non rimangono che alcuni ruderi di antichi nuraghi, e fra questi avanzi di ciclopiche, o pelasgiche costruzioni, possiamo solo menzionare il Nuraghe Diana, detto nel paese Nuraxjanna per la sua particolare costruzione interna diversa assai dagli altri, e per un sotterraneo ivi esistente: esso viene specialmente illustrato da tutti gli archeologi che scrissero sulle sarde antichità, l'Abate Angius nel fascicolo 5 della Biblioteca Sarda lo chiama il magnifico Nuraghejanna di Quarto: esso è situato a circa 10 Kilometri da Quarto, fu molto danneggiato, e quasi intieramente distrutto, in questi ultimi anni e gran parte del granito di cui era costruito fu trasportato a Cagliari per il lastrico della città".

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via dei Tigli
  • 09045 Quartu Sant'Elena - Cagliari
Martedì, 03 Dicembre 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.