itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Forte Belvedere Gschwent

La fortezza austro-ungarica di Lavarone, meglio nota come forte Belvedere Gschwent, sorge a quota 1.177 metri a sud della contrada Oseli su di uno sperone roccioso che si spinge verso la Valdastico e la valle del Rio Torto, dominandone le testate. Il forte appartiene al grande sistema di fortificazioni austriache al confine italiano.

Forte Belvedere, al pari di tutte le fortificazioni austriache più moderne, era un complesso destinato ad essere completamente autonomo, anche in caso di prolungato assedio. Era stato perciò dotato di tutte le attrezzature e dei servizi logistici tali da renderlo autosufficiente per un periodo di cento giorni, anche qualora i ripetuti bombardamenti avessero impedito un regolare rifornimento di viveri e munizioni. Esso era collegato a due cisterne alimentate da una sorgente posta poco lontana e per l'elettricita' era assicurata da un generatore a motore e batterie.

Al suo interno si trovano reperti storici ed installazioni multimediali che illustrano la storia del forte, della sua guarnigione e delle vicende militari che hanno interessato gli Altipiani. Il museo della fortezza è aperto e visitabile dal 1º aprile al 1º novembre, chiuso il lunedì (tranne luglio e agosto).

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Tiroler, 1 - fraz. Gionghi
  • 38046 Lavarone - Trento

Contatti

  • Telefono: +39 0464 780005
Domenica, 18 Settembre 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.