Fontana del Nettuno

La fontana del Nettuno è la seconda fontana realizzata a Messina da Giovanni Angelo Montorsoli, dopo la nota fontana di Orione, commissionata dal Senato cittadino. Completata nel 1557 e originariamente collocata di fronte alla Palazzata sulle banchine del porto, nei pressi del Municipio, con le spalle rivolte al mare, probabilmente per simboleggiare il dio Nettuno che offre la ricchezza del suo mare alla città.

Nell'attuale rimodulazione la struttura presenta un'ampia conca circolare ove si eleva una base a gradoni con i vertici tondeggianti. Un'ulteriore elevazione rettangolare reca 10 pannelli scolpiti raffiguranti intrecci di delfini su tridente e conchiglie, agli angoli smussati sono collocate vasche esterne decorate con leoni che raccolgono acqua da coppie di mascheroni. Il vascone contiene il basamento e il piedistallo centrale del monumento, ai lati le raffigurazioni di Scilla e Cariddi, i due mostri marini in sembianze femminili, a vertici del decoratissimo plinto quattro cavalli marini, quattro stemmi, otto mascheroni, conchiglie e, assisa sulla parte centrale accostata ad un delfino, l'imponente statua del Nettuno con tridente impugnato con la mano sinistra e il braccio destro proteso nell'atto di dominare e placare il mare.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via G. Garibaldi
  • 98122 Messina

Contatti

  • Telefono: +39 090 2935292
Martedì, 15 Settembre 2020

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.