itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Duomo di Jesi

La navata è coperta con volta a botte lunettata ed è illuminata da finestroni rettangolari; al centro della volta, si trova una tela raffigurante l'Annunciazione. In controfacciata, al di sopra della bussola, affiancata da due leoni stilofori-acquasantiere di Giorgio da Como, si trova una lapide che ricorda i restauri settecenteschi.

Ai lati, vi sono due piccoli coretti. Le cappelle laterali sono a pianta rettangolare, illuminate da finestre a lunetta e delimitate da una balaustra marmorea. Nella prima cappella di sinistra si trova il pregevole fonte battesimale cinquecentesco in marmo rosso di Verona, retto da leoncini marmorei del XV secolo: in questo fonte fu battezzato Pergolesi. Al terzo altare la pala di San Biagio che risana il figlio della vedova, attribuita a Giovanni Odazzi; nel braccio destro del presbiterio il Martirio di san Lorenzo di Gaetano Lapis, del 1745 circa; sul lato oppostola grande tela di Cristoforo Unterperger con la Comunione degli apostoli (1782), vicino al sepolcro rinascimentale di Angelo Ripanti, del 1512.

Seguono una Madonna col Bambino e due santi alla maniera di Sebastiano Conca della seconda metà del XVIII secolo (secondo altare sinistro), la Predicazione del Battista di Filippo Bellini (fine del XVI secolo, con ridipinture, secondo altare sinistro) e una Madonna col Bambino (primo), di ignoto del XV secolo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Federico II, 5A
  • 60035 Jesi - Ancona

Contatti

  • Telefono: +39 0731 212988
Sabato, 25 Maggio 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.