itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Colombario di Pomponio Hylas

Il colombario, scoperto nel 1831 da Pietro Campana, è situato a poca distanza dalle mura Aureliane e vi si accedeva da un diverticolo della via Latina. Fu costruito nel periodo compreso tra il principato di Tiberio e quello di Claudio (14-54 d.C.) e fu utilizzato sino al II sec. d.C. accogliendo in età flavia le ceneri del liberto Pomponio Hylas.

Si giungeva alla tomba da un diverticolo della via Latina e vi si accedeva per mezzo di una ripida scala tuttora conservata. Sulla nicchia, di fronte alla scala, una nicchia decorata con concrezioni calcaree era destinata a contenere l’urna cineraria dei due coniugi ricordati nell’iscrizione riportata sul pannello a mosaico: Cn(aei) Pomponi Hylae e  Pomponiae Cn(aei) L(ibertae) Vitalinis.

Il colombario è costituito da un ambiente rettangolare coperto a volta decorata da girali di tralce di vite sui quali si librano figure di uccelli e di amorini. Nell’edicola centrale della parete di fondo sono dipinte due figure, probabilmente i fondatori del sepolcro i cui nomi sono indicati nella tabella marmoreasottostante: Granius Nestor e Vinileia Pedone.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via di Porta Latina, 14 - Parco degli Scipioni
  • 00179 Roma

Contatti

  • Telefono: +39 060608
Venerdì, 17 Novembre 2017

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.