Chiesa di Santa Maria in Silvis

La struttura risale al XV secolo, periodo dal quale fu la parrocchiale di Pisogne fino a quando venne sostituita dalla parrocchiale di Santa Maria Assunta nel 1798. L'interno è a navata unica di 23 metri di lunghezza e 14 m di larghezza. Durante i lavori di rifacimento della pavimentazione, sono stati riportati alla luce dei reperti storici. Nella zona antistante il presbiterio è stata rinvenuta la pavimentazione di una cripta precedente alla chiesa attualmente visibile. Alla sinistra della navata è stato trovato invece un fonte battesimale ricavato da un cippo riportante un'iscrizione funeraria. Il cippo, risalente al I secolo e proveniente da una villa patrizia della zona, riporta un nome che fa pensare a un noto produttore e commerciante di laterizi. Sul lato opposto della navata, protetto da una lastra in vetro, si trova un forno per la fusione delle campane, risalente al X secolo.

La chiesa venne visitata da San Carlo Borromeo, di passaggio nella zona del lago. Il cardinale propose per motivi igienici di coprire gli affreschi con uno strato di intonaco bianco, andando così a preservare integri gli affreschi di Pietro da Cemmo. Oltre alla proposta di coprire le pareti il santo finanziò due cappelle laterali, una delle quali contiene uno splendido altare in marmo nero.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Primo Maggio, 4
  • 25055 Pisogne - Brescia

Contatti

  • Telefono: +39 330 765334
Mercoledì, 18 Marzo 2020

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.