itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Chiesa di Santa Maria de Praediis

L'interno della chiesa, con soffitto a capriate, ha pianta rettangolare absidata. Le tre piccole navate sono scandite da colonne alternate a pilastri che sostengono quattro arcate per lato. Le colonne sono di epoca romana e altomedievale. Gli archi delle navate terminano con due semipilastri di laterizi su cui poggiano le arcate dell'abside. Di particolare interesse sono i capitelli, uno tuscanico posto a base di una colonna e uno corinzio, di età romana, reimpiegato capovolto. Gli altri sono tipici della scultura romanica abruzzese dei primi decenni del XII secolo: squadrati, fregiati da viti e foglie di palma scolpite negli angoli.

Assai interessante il semicapitello a ridosso dell'abside con figura zoomorfa di un quadrupede colto nell'atto di fuggire, spaventato, da un uccello mostruoso con la coda di drago mentre è ostacolato da un viticcio. Sul tessuto murario si possono osservare frammenti di cornici romane e fregi d'ispirazione bizantina. Sono visibili vari resti di affreschi, tra cui vi è una tenue, ma riconoscibile figura di santo.

Sulle pareti di testata delle navate minori vi è, su quella di destra, una Madonna con Bambino del Settecento e, sul pilastro a sinistra dell'ingresso, il dipinto rivolto verso l'altare di un pregevole San Sebastiano della fine del Cinquecento.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Frazione Pantaneto
  • 64100 Teramo
Domenica, 26 Maggio 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.