itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Cattedrale di Vittorio Veneto

Principale edificio di culto della diocesi di Vittorio Veneto, ha origini antichissime: probabilmente dove sorge l'attuale struttura esisteva un luogo di culto già prima dell'arrivo a Ceneda del corpo di San Tiziano di Oderzo (VII-VIII secolo), fatto chiave che sancì il trasferimento della diocesi da Oderzo e l'erezione della cattedrale.

Distrutta dai Trevigiani nel 1199, quand'essi trafugarono le spoglie del santo patrono, fu ricostruita una prima volta in stile romanico, aspetto che fu mantenuto fino alla metà XVIII secolo, quando fu riedificata in stile neoclassico a partire da 1740, su progetto dell'architetto Ottavio Scotti, per essere completata nel 1773.

Esternamente la cattedrale si presenta con un'imponente facciata a salienti, tripartita da due coppie di lunghe colonne di ordine ionico, che arrivano alla spessa architrave, su cui poggia un grande frontone dentellato, contenente una colomba scolpita. I portali d'ingresso sono tre, tutti abbelliti da un timpano. Ulteriori elementi di decoro, ma di grande sobrietà, sono due volute, cinque statue di santi poste sulle sommità e le numerose lesene ioniche.

All'interno, a tre ampie navate, sono conservate numerose opere d'arte, tra cui pitture risalenti ai secoli compresi tra XVI e XVII, tra le quali: due tele di Jacopo da Valenza, una tela di Leandro Da Ponte, Storia di San Tiziano di Pomponio Amalteo, tela di Palma il Giovane, Affreschi di Alessandro Pomi e Pino Casarini. Sotto la chiesa è visitabile una cripta, luogo nel quale sono conservate le spoglie di San Tiziano.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Papa Giovanni Paolo I
  • 31029 Vittorio Veneto - Treviso

Contatti

  • Telefono: +39 0438 53401
Mercoledì, 29 Agosto 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.