itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Castello Orsini-Cesi

Il Castrum Sancti Angeli Montis Patule sorse nel periodo medievale, sulla cima del Monte Patulo (il monte appartiene al sistema collinare dei monti Cornicolani). Molto probabilmente fu fondato a scopo difensivo, come presidio di Roma, data la sua strategica posizione sulla campagna sottostante e sulle vie di comunicazione che collegavano questi centri abitati con la capitale; ancora oggi sono visibili i resti della cinta muraria.

Anticamente venne chiamato Sant’Angelo in Capoccia, dalla famiglia dei Capocci, a cui il feudo in origine appartenne. Nel 1370 entrò a far parte dei beni della famiglia Orsini. Un secolo dopo la Santa Sede confiscò il borgo agli Orsini, e ne diventò la diretta amministratrice.

Soltanto nel 1522 gli Orsini riuscirono a tornarne in possesso, ma lo mantennero per soli 72 anni, nel 1549 infatti, fu ceduto al Cardinal Cesi. La famiglia del Cardinal Cesi, aveva sparso sul territorio della Sabina, vari possedimenti, a cui si aggiunse questo di Sant’Angelo. Il loro dominio su questo castello durò per più di un secolo, ma nel 1678 ai Cesi subentrò una più potente famiglia cardinalizia quella dei Borghese. Soltanto nel 1874 Sant’Angelo si costituì libero comune.

Il Castello che nasce come baluardo di difesa, viene a trasformarsi nei secoli da rocca–fortezza a palazzo nobiliare. Furono i Cesi agli inizi del XVII sec. ad apportare notevoli modifiche anche alla struttura interna del castello. Nel XVIII, divenuto ormai proprietà dei Borghese e avendo perso ogni funzione originaria di difesa venne addirittura trasformato in deposito di grano.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Borghese, 1
  • 00010 Sant'Angelo Romano - Roma

Contatti

  • Telefono: +39 0774 346033
Martedì, 24 Novembre 2015

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.