itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Casa Museo Filippo Corridoni

Al primo piano, nella stanza d’ingresso, dove si trovano i simboli del focolare domestico, sono collocati gli affetti familiari, la sua infanzia e la prima formazione.  Si prosegue nell’altra stanza con la sua attività di agitatore  politico e sindacale. L’antimilitarismo degli esordi, il primo esilio, lo sciopero agrario di Parma del 1908, la sua militanza a Milano, le lotte contro la guerra di Libia, la formazione dell’Unione Sindacale Italiana. Sintesi di un’attività frenetica, costellata da frequenti condanne, in cui Corridoni conquistò sul campo la fama di straordinario capopolo.

Al secondo piano ritroviamo l’ultimo Corridoni, che matura in carcere, in quell’estate del ’14, dopo lo scoppio della Grande Guerra, l’adesione all’interventismo. Lui è a fianco del Belgio martire, della Francia repubblicana, contro le forze della reazione e del conservatorismo rappresentate dalla Germania e dall’Austria.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Trincea delle Frasche, 29
  • 62014 Corridonia - Macerata

Contatti

  • Telefono: +39 0733 439901
Martedì, 07 Marzo 2017

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.