Battistero di San Giovanni Battista

La sua fondazione viene fatta risalire dall'Azzari al 1039, sotto il vescovato di Sigifredo II. Tra il 1487 ed il 1492 l'edificio fu rifatto in forme rinascimentali ed inglobato nel palazzo episcopale per volontà del vescovo Bonfrancesco Arlotti. Infine, nel 1880, fu effettuato un restauro che conferì alla facciata l'aspetto attuale.

Il Battistero è alla sinistra del Duomo cittadino, incorporato nel palazzo vescovile. La facciata è fiancheggiata da due colonne a candelabro sormontate da pinnacoli. Una corona di archetti pensili segue il tetto a capanna. Al centro della facciata vi è un rosone e, alla destra di quest'ultimo, una celletta con una campana. Il portale ha una forte strombatura con colonnine lisce e tortili che seguono l'arco a tutto sesto. Nella lunetta sovrastante la porta è scolpito il battesimo di Cristo attribuita allo Spani o al Bigi.

L'interno è a croce egizia. Dietro l'altare Battesimo di Gesù di Francesco Caprioli, eseguito tra il 1497 ed il 1498. Nel braccio sinistro del Battistero una grande vasca battesimale di forma ottagonale in breccia rossa con formelle in marmo bianco del Bigi datata 1494. Al centro dell'opera s'innalza una candelabra in marmo bianco inscritta e con decorazioni floreali.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Prampolini
  • 42121 Reggio Emilia

Contatti

  • Telefono: +39 0522 402210
Mercoledì, 06 Maggio 2020

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.