itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Basilica di Massenzio

La basilica di Massenzio o, più propriamente, di Costantino, è l'ultima e la più grande basilica civile del centro monumentale di Roma, posta anticamente sul colle della Velia, che raccordava il Palatino con l'Esquilino. Non fa parte del Foro Romano propriamente detto (pur rientrando oggi nell'area archeologica che lo comprende, estesa fino alle pendici della Velia), ma era nelle immediate adiacenze di esso.

La basilica fu inizialmente fatta costruire da Massenzio agli inizi del IV secolo (308-312) e fu terminata e modificata da Costantino I in prossimità del tempio della Pace, già probabilmente in abbandono, e del tempio di Venere e Roma, la cui ricostruzione fece parte degli interventi massenziani. La sua funzione era prevalentemente di ospitare l'attività giudiziaria di pertinenza del prefetto urbano.

Sia gli scavi, sia la pianta della Forma Urbis Severiana severiana hanno dimostrato come in questo punto sorgesse anticamente una grande complesso utilitario dell'epoca domizianea, simmetricamente contrapposto a uno analogo che sorgeva sull'altro lato della Sacra via summa (ampiamente manomesso durante gli scavi del XIX secolo perché scambiato per una costruzione medievale). Una parte di questo edificio più antico era occupata dagli Horrea piperiana, i magazzini del pepe e delle spezie.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Clivo di Venere Felice
  • 00184 Roma

Contatti

  • Telefono: +39 060608
Mercoledì, 04 Dicembre 2013

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.