itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Abbazia di Santa Maria delle Moie

L'abbazia di Santa Maria delle Moie è un'abbazia risalente al XII secolo. Rappresenta un esempio significativo di architettura romanica nella regione. Ora completamente inglobata nell'omonima cittadina, sorgeva inizialmente fuori dal centro abitato sulla riva sinistra del fiume Esino e lungo l'antica via Flanbenga.

La chiesa è composta da pietre squadrate di arenaria giallastra. All'interno è sorretta da quattro pilastri e articolata in tre navate, divise in tre campate: la navata mediana è sopraelevata e leggermente cuspidata. A oriente tutte le navate terminano con un'abside semicircolare. Da questo lato le absidi, che si differenziano per altezza e profondità, evidenziano la forma basilicale della chiesa. Due sono invece le absidi che sporgono verso l'esterno nel lato nord, decorate, come il cornicione, con gli archetti pensili in travertino bianco, in parte sostenuti da coppie di lesene semicilindriche coronate da piccoli capitelli senza decorazione. Prima di entrare in chiesa è posto un atrio, di pianta quadrata e coperto a crociera fiancheggiato da due ambienti dalla pianta analoga, il sinistro dei quali accoglie una scala a chiocciola. Il portale presenta una strombatura a colonne gradinate ed è decorato con intrecci di foglie e fiori.

Gli elementi più interessanti della chiesa di Santa Maria sono le absidi e soprattutto la pianta (mt. 15x15 c.ca) che, basata sui quattro pilastri interni isolati, ricorda non tanto modelli bizantini quanto gli edifici triconchi paleocristiani e a pianta quadrata a croce greca iscritta altomedievali, diffusi in Italia e raccordati per la prima volta architettonicamente tra loro a San Claudio al Chienti.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Santa Maria delle Moie
  • 60030 Maiolati Spontini - Ancona

Contatti

  • Telefono: +39 0731 700286
Lunedì, 29 Giugno 2020

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.