itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Torre di Federico II

La Torre di Federico II, uno dei monumenti federiciani conservatisi nel territorio italiano, fu progettata alla corte di Federico II, secondo tradizione ad opera di Riccardo da Lentini e fu anche usata quale residenza estiva dell'imperatore svevo durante i suoi soggiorni in Sicilia. Le sue origini sarebbero risalenti alla metà del XIII secolo (all'età di Manfredi) fatto che avvalora la tesi che a volerla e ad abitarvi sia stato il Federico svevo piuttosto che l'omonimo aragonese.

La Torre, alta 27 m, ha forma ottagonale, e svetta in cima a una collinetta alberata scelta all'atto della costruzione per sua la posizione dominante un vastissimo paesaggio. La Torre presenta all'interno due ampie sale, una al piano terra e una al primo piano, con alti soffitti a volta ed elementi tipici dell'architettura normanna, come le finestre a sesto acuto. A collegare tra di loro le due sale vi è una scala a chiocciola intagliata nelle spessissime mura della torre che giunge fino in cima; quivi la vista spazia in tutte le direzioni della città con vista della Torre delle Aquile, del Castello di Lombardia, del Duomo e, sullo sfondo, fino al monte Etna. Lo spazio alberato intorno è adibito a giardino pubblico.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Torre di Federico
  • 94100 Enna
Sabato, 25 Febbraio 2017

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.