itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo Civico di Barletta

Il museo civico di Barletta nacque a fine Ottocento con una prima collezione di reperti archeologici donati dai cittadini e collocati nella biblioteca comunale. Nell'arco di un ventennio il nucleo originario si arricchì di dipinti di artisti barlettani: Geremia Di Scanno, Giuseppe De Nittis, Vincenzo De Stefano, Giambattista Calò, Giuseppe Gabbiani. Con le successive donazioni le raccolte assunsero maggiore consistenza, grazie al legato di Léontine De Nittis, alle opere autografe e di collezione di Gabbiani, all'acquisizione delle opere di Raffaele Girondi, fino alla donazione di Ferdinando Cafiero avvenuta nel 1936.

L'area espositiva del primo piano è articolata il tre sezioni:

- "galleria Antica", con opere di Luca Giordano, Francesco Solimena e Francesco De Mura.
- "galleria dell'Ottocento", con opere di pittura raccolte dal collezionismo locale, che comprendono in particolare artisti napoletani, tra cui Gioacchino Toma, Eduardo Dalbono, Giuseppe Cammarano, Francesco Paolo Michetti.
- "galleria di Ferdinando Cafiero".

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Piazza Castello - Castello Svevo
  • 70051 Barletta

Contatti

  • Telefono: +39 0883 578613
Sabato, 16 Gennaio 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.